Ultima modifica: 23 Gennaio 2018

RETI LAN / WLAN

La tecnologia assume la funzione di uno strumento importante, indispensabile allo sviluppo e alla crescita degli alunni diversabili nonché talvolta, nei casi più gravi come uno dei canali di comunicazione preferenziali in una società con le informazioni, le relazioni e le occasioni per fare cultura spesso passano dalla rete. Questo ovviamente permette loro di avere maggiore autonomia e indipendenza nel loro percorso di vita che va oltre la loro permanenza a scuola e che si concretizzerà nel inserimento nella vita sociale e lavorativa.

Il progetto ha ben presente tutto questo e ne fa il fulcro centrale del suo essere, perché vuole dare a gli insegnanti, la possibilità di creare ambienti dove l’apprendimento sia efficace perché rispettoso dei diversi stili cognitivi e, a tutto il gruppo classe di aumentare le possibilità di formarsi con competenze adeguate attraverso una inclusione che non escluda nessuno.

Una classe che scardina il setting tradizionale perché si trasforma in un laboratorio per apprendere in gruppo, per valorizzare le diversità e le potenzialità di ognuno, trasformandole in risorse.

La tecnologia è solo lo strumento invisibile che agevola la costruzione di un ambiente interattivo che supera il sapere limitato e forzatamente inglobato nella  singola disciplina ma diventa un sapere trasversale che faciliti la sua trasposizione in vari ambiti.

La parola d’ordine per tutti è condivisione e soprattutto confronto tra ragazzi e tra ragazzi e insegnanti.

Un ambiente costruito dove più facile è trovare il giusto ausilio per adattarvisi e ha viverlo efficacemente sia per diversabili sia per chiunque faccia affiorare delle difficoltà e che permetta di accorciare la distanza relazionale fra chi è in difficoltà e chi opera con più disinvoltura. La tecnologia media fra l’ambiente didattico e  i soggetti diversabili, cercando di compensare sia deficit funzionali che di apprendimento.

Il progetto quindi vuole garantire a tutti gli ordini presenti nell’IC di poter costruire questi ambienti di apprendimento diversificati e calibrati ovviamente nei diversi ambiti che avvicina il divario fra scuola reale e scuola democratica attraverso una:

  • “personalizzazione” della progettazione didattica in base alle caratteristiche di ogni componente attraverso un percorso che dovrà essere strutturato;
  • “individualizzazione” attraverso una serie di interventi agiti in funzione delle necessità del singolo;
  • “diversificazione” dei percorsi formativi con strategie e strumenti che devono adattarsi ai differenti stili cognitivi.

Pubblicazioni Pon 2014 – 2020

Dissemina

Decreto formale Assunzione in Bilancio

DECRETO ASSUNZIONE IN BILANCIO

 

Incarico DSGA

Incarico Progettista

Incarico Collaudatore

 


Attività PON – Luglio

Determina a contrarre materiale pubblicitarioPON

0 comments

Attività PON – Maggio

Aggiudicazione collaudatore PON Bando reclutamento Progettista Aggiudicazione Progettista PON

0 comments

Attività PON – Marzo

Determina-a-contrarre-affidamento-incarico-di-progettista-e-collaudatore-progetto-10.8.A1-FESRPON Bando reclutamento collaudatore PON Determina a contrarre TELECOM1

0 comments

Attività PON – Febbraio

Decreto di formale assunzione in bilancio del finanziamento progetto FESR Nomina GOP ristretto-Programmazione dei Fondi Strutturali 2014-2020  

0 comments

Bando PON Lan/Wlan – Avvio delle attività

Con Nota Miur n. 9035 del 13 luglio 2015 è stato emanato Avviso pubblico rivolto alle Istituzioni scolastiche statali per la realizzazione, l’ampliamento o l’adeguamento delle infrastrutture di rete LAN/WLAN – Fondi Strutturali Europei – Programma Operativo Nazionale “Per la scuola – Competenze e ambienti per l’apprendimento” 2014-2020. – Asse II Infrastrutture per l’istruzione – Fondo Europeo    »

0 comments